Vincenzo Irolli: quotazioni e vendita

Se hai un dipinto del pittore Vincenzo Irolli, per quotazioni e vendita puoi rivolgerti a Mazzitelli Antichità. Con un’esperienza di oltre 30 anni nel campo dell’antiquariato, tratta oggetti d’epoca, opere d’arte e dipinti di Vincenzo Irolli e di artisti affini. Vengono eseguite stime, valutazioni e quotazioni gratuite con pagamenti immediati, oltre a fornire un servizio di consulenza artistica. Il personale, altamente qualificato, è a piena disposizione dei propri clienti per trovare la migliore soluzione per ogni esigenza. Contatta subito Mazzitelli Antichità per richiedere la quotazione di Vincenzo Irolli e per informazioni sulla compravendita delle sue opere.

Vincenzo Irolli, il pittore del sole

Vincenzo Irolli (Napoli, 30 settembre 1860 – Napoli, 27 novembre 1949) è stato un pittore paesaggista e ritrattista di origine partenopea. Iscrittosi all’Istituto di Belle Arti di Napoli nel 1877, dopo appena tre anni abbandonò gli studi per intraprendere una carriera artistica che si rivelò particolarmente prolifica. Dalle sue prime partecipazioni alle principali Esposizioni Promotrici in giro per l’Italia, a Napoli, Genova, Milano, Torino, Roma e Firenze, fino alla Biennale di Venezia negli anni ‘20 del Novecento, Vincenzo Irolli si fece apprezzare sin da subito anche all’estero. Nel 1909 partecipò al Salon d’Autumne di Parigi e nel 1911 ricevette l’onorificenza di bronzo all’Esposizione Internazionale di Barcellona. Il suo stile, dai tratti inconfondibili di pennellate briose, ricche di luce e di colore volte a risaltare non solo paesaggi, ma anche scene di vita quotidiana e ritratti, gli conferì l’appello di “pittore del sole, prodigioso Irolli, astro di prima grandezza”. Successivamente non mancò ad altre mostre italiane, tra cui l’Esposizione di Bari nel 1933, per poi esporre a Bergamo e a Trieste l’anno successivo. Nel 1935 ricevette una medaglia d’oro e una pergamena decorata da Silvio Bricchi in onore della sua carriera, per poi presenziare alla Mostra di Arte Sacra a Roma nel 1936 quale sua ultima esposizione.

HAI UN DIPINTO
DI VINCENZO IROLLI?

INVIACI UNA FOTO SU WHATSAPP PER UNA QUOTAZIONE GRATUITA

Inviaci foto su WhatsApp

I dipinti di Vincenzo Irolli

Alcuni dei dipinti di Vincenzo Irolli figurano in diversi musei e gallerie sparse in tutta italia e all’estero, tra cui il Museo di Belle Arti, in Francia a Mulhouse, la Galleria d’arte moderna di Milano, la Galleria civica d’arte moderna e contemporanea a Torino, il Museo d’Arte ad Avellino, il Museo nazionale di Capodimonte a Napoli e il Museo Civico Revoltella a Trieste. Se disponi di uno o più dipinti di Vincenzo Irolli e desideri avere maggiori informazioni circa quotazioni e vendita, puoi affidarti a Mazzitelli Antichità richiedendo una valutazione gratuita.

Scopri i principali dipinti di Vincenzo Irolli e chiedi una valutazione gratuita:

Uno studioso, 1881 

Povera madre, 1882

Una testa, 1883

Francesco Netti, 1884

Studio dal vero, 1885

Per l’onomastico dello zio, 1885 

Rinascimento, 1886

Sogno di primavera, 1887

Cavalleria rusticana, 1894

Ritratto del pittore Antonino Leto, 1899

Culla vuota, 1908

Nobildonna, 1911

Ricordi nostalgici, 1917

Piazza San Marco, 1922

La tazza di the, 1923

Bimba con tacchino, 1930

Autoritratto, 1935 

Napoli, 1943

VUOI VENDERE UN DIPINTO DI
VINCENZO IROLLI?

Compila il modulo per richiedere una quotazione gratuita